Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Entra nel vivo la gara per gli immobili di Edison

Sono attese per l’inizio del mese di maggio le offerte non vincolanti per il portafoglio di “sale and lease back” (vendita e successiva permanenza in affitto) messo in vendita da Edison con la regia di Lazard. Si tratta di un pacchetto che comprende due immobili situati in Foro Bonaparte a Milano – la sede storica del gruppo a due passi dal centro di Milano – e un immobile a Sesto San Giovanni. Il valore complessivo degli asset si dovrebbe aggirare intorno ai 200-250 milioni di euro.
Il profilo dell’investimento è della categoria “core”, anzi si avvicina a un bond per la garanzia dei flussi di cassa.
Tra i nomi dei pretendenti circolano sul mercato quelli dei due colossi assicurativi Allianz ed Axa, ma anche di Blackstone, Coima e alcune Sgr, tra cui Investire. Non è escluso che anche qualche investitore orientale decida di entrare nel mercato immobiliare italiano grazie a questo deal.
Le valorizzazioni che Edison ha in cantiere riguardano anche gli asset legati al rigassificatore di Rovigo, cioè la quota detenuta nel terminale offshore sull’Adriatico (pari al 7,3%), e il metanodotto di 84 km “Cavarzere – Minerbio”, come riportato giorni fa da Radiocor.