Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Non solo retail nel futuro di Immochan

Immochan, la divisione immobiliare del colosso della distribuzione francese Auchan, cambia pelle. E inizia ad occuparsi di real estate a 360 gradi. Una strategia che accomuna il gruppo in tutta Europa.
«Abbiamo scelto di iniziare a sviluppare progetti immobiliari non solo in ambito retail – dice Edoardo Favro, a capo di Gci -. Puntiamo quindi a diventare una società immobiliare ad ampio raggio in tutto il Vecchio continente. Vogliamo realizzare spazi di vita». I settori di interesse sono residenziale, uffici e anche retail per realizzare progetti misti. La società non ha individuato un budget da spendere, ma a livello europeo è stata stanziata una cifra che verrà allocata in base ai progetti individuati. Intanto ha acquistato cinque centri commerciali. Mentre a Cinisello, alle porte di Milano, per esempio, sono in programmazione 50mila metri quadrati di uffici nel centro commerciale.
Sul fronte retail il gruppo cerca spazi nei centri storici, soprattutto a Roma e Milano. In linea con l’idea lanciata dal Demanio sulla riconversione di edifici pubblici nelle principali città da riconvertire a spazi commerciali. Tavoli di lavoro a cui Favro partecipa.
«Intanto stiamo procedendo alla riqualificazione delle Gallerie esistenti con un piano da 250 milioni di euro entro il 2019 – dichiara -, abbiamo realizzato Bussolengo e fra poco parte la ristrutturazione di Taranto e a seguire Rescaldina e Piacenza. Guardiamo a come sarà il retail nel 2030 per capire l’evoluzione delle esigenze del cliente. Due i progetti in via di sviluppo nell’ambito dei retail park, a Torino e a Mesagne (Brindisi)».