Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Come si sposta lo spettro della bolla

bolla  Su ogni mercato immobiliare che viaggia in crescita oggi aleggia     l’ombra della bolla. Da oltre un anno si accenna al pericolo di una bolla immobiliare a Berlino (la stessa Bundesbank ha messo in guardia sulla crescita dei prezzi in Germania, ritenuti sopravvalutati dalla stessa Banca centrale), nelle ultime settimane a preoccupare è il mattone a Londra, dove il settore residenziale macina record su record, ma dove chi può permetterselo compra ancora casa – soprattutto gli acquirenti in arrivo dall’estero – e spera di trasferirsi qui, prima meta dove i capitali cercano rifugio. E che dire di Manhattan? Gli scenari post-Lehman sono un lontano ricordo oggi che la città vive un boom immobiliare che tocca anche tutta l’area di Brooklyn e potrebbe arrivare fino al Queens (e per cavalcare l’onda anche qualche parroco inizia a vendere canonica e terreno agli sviluppatori immobiliari come ha fatto Christopher Ballard della chiesa di St. Luke e St. Matthew proprio a Brooklyn). In passato per mesi si è parlato della bolla immobiliare in Asia, Cina in primis, finora mai scoppiata.

L’ultima bolla che si profila all’orizzonte è quella di Dubai, che ha già vissuto un crash immobiliare pesante. Oggi la corsa dei prezzi (è la città al mondo che registra i maggiori rincari del mattoni) spinge a rispolverare anche progetti come le isole artificiali del complesso oggi ribattezzato Deira Islands. L’avevo visto nella fase iniziale e già non prometteva niente di buono…

Il termine bolla è francamente abusato, ma la paura dei crolli visti e vissuti, e della crisi che si sono lasciati dietro, porta oggi a mettere le mani avanti. Perchè chi mai è più contento di chi con espressione compiaciuta può dire: “me lo aspettavo, l’avevo immaginato” ?

Nessuno ha la sfera di cristallo per dire dove la prossima bolla colpirà, certo è che chi decide di acquistare casa, per sè o per investimento, deve fare attenzione. Un amico che vive in Inghilterra mi ha chiesto un consiglio, vuole comprare casa e può farlo con sole 30mila sterline e il 95% di mutuo. Ma cosa accadrà al suo investimento se i prezzi non reggono e magari deciderà un domani di rientrare in Italia? Non sempre e ovunque il mattone è un rifugio.