Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Casa, ci vogliono nuove regole per attirare acquirenti dall’estero

Venice-Grand-Canal-Cannaregio-left-side Golden Visa, tasse ridotte, vantaggi e sconti di vario genere. Sono tutti i meccanismi che molti Stati europei, e non solo, hanno introdotto per far ripartire gli acquisti esteri sul mercato immobiliare interno. Portogallo, Spagna e Grecia hanno deciso di concedere la residenza a cittadini extracomunitari che acquistano case per almeno 500mila euro, quindi cittadini extracomunitari con buone possibilità economiche. A Londra, non è un segreto, chi arriva dall’estero e ottiene la residenza paga tasse contenute, e di solito chi sceglie questa strada non guadagna 3mila euro al mese…

In molti Paesi del Sud America, alle Canarie e a Cipro si sono studiate politiche ad hoc per richiamare pensionati dall’estero, molti anche italiani, che qui comprano casa e hanno sgravi fiscali e sconti, anche sulla spesa settimanale.

Perchè anche in Italia non si applica qualche regola mutuata dall’estero? Il nostro Paese abbonda di luoghi dove ritirarsi a godere la pensione, dalle località di mare vive fuori stagione come molti borghi della riviera ligure a zone del sud fino alle grandi città d’arte. E di luoghi dove avere una seconda casa. Non pochi stranieri, inglesi e francesi in testa, hanno scelto finora Firenze i primi e Venezia i secondi per vivere o avere una casa del week end molto sfruttata. La Golden Visa potrebbe attrarre russi, cinesi e asiatici in genere. Certo andrebbe abbinata a una revisione delle tasse sulla seconda casa.
Molto ancora si può fare, perchè non dimentichiamo che i nuovi acquirenti del mattone, oltre ad aiutare un mercato immobiliare ormai “asfittico”, porterebbero in Italia nuova capacità di spesa in grado di dare una mano all’economia.