Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La nuova era del mattone di Finmeccanica

Dal mio parterre di sabato 12 aprile a pagina 21 del Sole 24 Ore

Inizia una nuova era per il mattone di Finmeccanica? Il gruppo ha riunito qualche mese fa tutto il patrimonio immobiliare, che dovrebbe valere tra 1 e 2 miliardi di euro, nella controllata Global Services, veicolo per attuare la valorizzazione del mattone. Del portafoglio fanno parte un numero vasto di asset che comprende gli immobili strumentali in uso al gruppo, quelli che non vengono più utilizzati, gli uffici e infine gli immobili a reddito, anche se in questo caso difficile è parlare di redditività.
Quale l’obiettivo della scelta? Forse il gruppo industriale italiano – attivo nel settore dell’alta tecnologia e tra i primi player mondiali in difesa, aerospazio e sicurezza – intende iniziare un iter che permetta di trovare gli strumenti giusti per migliorare la gestione della divisione real estate. È prematuro dire oggi se si arriverà alla costituzione di una Siiq o di un fondo immobiliare o ancora di un nuovo strumento proposto dagli sviluppi recenti della normativa di settore. O se invece si sceglierà di vendere parte degli asset direttamente sul mercato per fare cassa. Certo che una riorganizzazione interna è d’obbligo, e forse è giunto anche il momento di cogliere l’opportunità offerta dall’interesse degli investitori esteri tornati nel nostro Paese.