Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il successo dell’Opa Blackstone su Atlantic1 apre a nuove offerte

Il mercato dei fondi torna vivace e aspetta nuove operazioni. Il successo con cui si e’ chiusa ieri sera l’offerta pubblica di acquisto promossa da Oceano Immobiliare (Gruppo Blackstone) sul fondo Atlantic 1 gestito da IDea Fimit Fa ben sperare che la vivacita’ del settore sia destinata a non esaurirsi a breve.

Dopo poco più di un mese dalla data del lancio (era il 13 marzo scorso) l’Opa si è conclusa con adesioni pari circa al 39,5 per cento quote al prezzo finale di 335 euro, che sarà corrisposto il 28 aprile prossimo. Il valore finale, arrivato dopo ben due rilanci dal prezzo iniziale di 295,55 euro, incorpora un premio pari al 36,1% della media degli ultimi 12 mesi.
L’obiettivo di Blackstone, che in Italia ha la Kryalos di Paolo Bottelli come operating partner, è stato raggiunto: superare la quota del 30%, soglia fondamentale per ottenere la governance del fondo stesso e intervenire attivamente nella gestione. Non è escluso poi che Blackstone continui ad acquistare quote sul mercato, a un prezzo inferiore a quello dell’Opa, per arrivare a detenere una fetta ancora più significativa del fondo. D’altronde la società che ha promosso l’Opa non ha mai nascosto di valutare estremamente interessante il portafoglio del fondo, che tra l’altro contiene il palazzo dell’Informazione di piazza Cavour a Milano. Ma l’operazione è importante anche per il mercato: il successo raggiunto nelle adesioni fa intravedere all’orizzonte altre offerte pubbliche su fondi interessanti e a sconto. Il punto cruciale resta sempre il prezzo proposto. Diversi i dossier aperti, come confermano molti operatori di mercato, relativamente Ad altri fondi retail quotati. Sotto i riflettori adesso ci sarebbero alpha, atlantic2 e forse investietico.
Tra gli investitori istituzionali che hanno aderito all’Opa – i cui advisor sono stati, oltre alla Kryalos di Bottelli, Lazard, Mediobanca e Banca IMI – ci sono Edmond de Rothschild (che ha ceduto un pacchetto pari al 7,38%), Unipolsai (4,1%), Eurovita (2%), Reale Mutua (0,8%).
Blackstone in Italia ha acquistato in poco più di un anno asset immobiliari per un controvalore di oltre un miliardo di euro, a cui vanno aggiunti i 200 milioni di un secondo portafoglio Degi la cui acquisizione sarà formalizzata entro fine mese. Al momento la società è entrata anche nella short list per la gara Release, la bad bank del Banco Popolare – secondo indiscrezioni gli altri attori coinvolti sarebbero Prelios-Fortress, Long Star e Cerberus – e sta guardando alla gara per Grandi Stazioni .