Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A Singapore mattone in fase riflessiva

E’ il sogno di chi lavora nella finanza (dopo Londra) e di molti studenti che vogliono frequentare una delle università più prestigiose al mondo. Ma Singapore è anche molto altro, una città-Stato dove si vive una vita di qualità, forse solo un pò noiosa. Il boom del mattone (nelle classifiche è una delle città più care al mondo) ha portato a parlare negli ultimi tempi di pericolo di una bolla immobiliare. Ma oggi un rallentamento della crescita (le attese per l’aumento del Pil sono meno rosee del previsto nel primo quarter 2014) e la frenata proprio del mattone allontano lo spauracchio del crollo dei prezzi e danno ragione al Governo che negli ultimi semestri ha adottato una serie di misure restrittive per calmierare la corsa del real estate residenziale.

Nei primi mesi del 2014 scendono infatti le compravendite di case, dell’1,3% nel dettaglio nel primo trimestre dell’anno, e anche i prezzi lasciano sul terreno l’1,3% circa. Continuano però ad essere apprezzati i nuovi complessi residenziali come The Hillford che ha attirato non solo chi compra un’abitazione per andarci a vivere ma anche investitori. A seguire The Panorama (48% delle 58 unità già vendute), Riverbank @ Fernvale (84% venduto) e Rivertrees  Residences (73% venduto). Sul mercato sono in arrivo progetti da mille appartamenti come Marina One e Coco Palms. Ma gli sviluppatori oggi sono più cauti, dicono da Savills. Che questo non sia di preludio a una revisione al ribasso dei prezzi di lancio dei nuovi edifici?