Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Prelios gioca su diversi tavoli

Molte le novità in casa Prelios. Dal mandato dato da Pirelli alla vendita di parte della proprio quota, quella immediatamente disponibile, a una serie di operazioni che trasformeranno defintivamente la società in un puro gestore di servizi immobiliari. Abbastanza redditizi? Il management lo crede e oggi per conto di alcuni operatori internazionali gioca su diversi tavoli. Molti sarebbero i dossier aperti. Un esempio? Lunedì scorso Prelios ha presentato un’offerta per conto dell’americana Starwood per la catena alberghiera Una Hotels.

Intanto due giorni fa si è svolta l’assemblea dei soci nella quale è stato approvato dal 99,8 per cento dei presenti il bilancio 2013. A margine dell’appuntamento l’ad di Prelios, Sergio Iasi, ha dichiarato che non prevede alcun aumento di capitale mentre «intendiamo proseguire nella cessione di asset». Gli asset ancora in portafoglio andranno dismessi possibilmente in blocco se si presentasse l’occasione propizia. Nel piano industriale presentato nei giorni scorsi la società ha spiegato di voler cedere tutto il portafoglio immobiliare residuo entro il 2018. Si tratta di partecipazioni pari a 360 milioni di euro circa tra Italia e Germania. Sempre ieri Iasi ha confermato che Axa real estate ha presentato un’offerta per rilevare gli asset del fondo immobiliare quotato Olinda. Un’offerta che, secondo indiscrezioni, si aggira sui 300 milioni di euro.