Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La difficile ripresa del mattone in Irlanda

La vacanza estiva in Irlanda è stata la mia occasione non solo per conoscere un Paese che ancora non avevo visto, decisamente affascinante e dove la qualità della vita sembra davvero alta (a parte il clima), ma anche per testare in prima persona lo stato di salute del mercato immobiliare. Finora abbiamo scritto della ripresa, seppur faticosa, a Dublino, dell’arrivo dei fondi internazionali speculativi, delle prospettive di un’Irlanda che ha saputo fare le riforme e inventarsi politiche nuove. Ma che aria di respira? Dublino è una città che porta i segni della crisi, negozi chiusi ma soprattutto cartelli Vendesi. Nel Paese in generale ci sono cartelli su almeno una casa su tre.

L’investimento potrebbe essere anche interessante. Una palazzina di tre piani, una delle classiche abitazioni in mattoncini con la porta laccata rossa o blu, in una zona abbastanza centrale, con cinque appartamenti a reddito costa circa 350mila euro. Ma la resa dell’investimento dipende dalla ripresa dell’economia (e quindi dalla tenuta del mercato del lavoro e degli affitti) e dal recupero dei valori immobiliari. Che nell’intero Paese non crollano più (hanno perso anche il 50% dai picchi prima del 2008), ma stentano a risalire.

Ma il vero problema per la ripresa è tutto il resto del Paese. Le case vacanze sul mercato sono moltissime ed è difficile pensare a compratori che non siano del posto. Molto è vero è entrato nei portafogli della bad bank Nama ma prima o poi anche i fondi speculativi che comprano oggi pacchetti di asset immobiliari a sconto vorranno realizzare. E a chi venderanno?

  • Paola Dezza |

    Davvero? Pensi che sono stata ospite proprio di una seconda casa di un irlandese a Donabate

  • Paola Dezza |

    Sinceramente nel mio articolo non si danno cifre di rendita…

  • giuseppe |

    buon pomeriggio, leggo questo articolo con molta attenzione, e vivendo in Irlanda da qualche tempo queste case con mattoni rossi e con 5 appartamenti con una rendita di 1300 euro al mese non e’ facile vederle, potrei per cortesia sapere dove le vendono?

    ringraziando

  • Matt |

    Aggiungo che il problema al momento e il numero ridotto di case rispetto alla domanda. Non so cosa lei abbia visto. Case vacanze? E un concetto che in irlanda non esiste dato che la “casa” vacanza la comprano nei paesi caldi soprattutto Spagna

  • Paola Dezza |

    Ha ragione mi sono espressa male, una casa su tre è una media che si può fare su tutto il Paese. La vera zavorra negli anni saranno le case in vendita fuori dalla capitale. E le posso assicurare che percorrendo il Paese ne ho viste parecchie. A Dublino comunque di cartelli vendesi ce ne sono molti e parlare di bolla mi sembra prematuro, primo perchè i valori restano ampiamente sotto quelli pre-crisi (come riportato dai media irlandesi) e perchè il governo non permetterà che la storia si ripeta. Grazie comunque per la sua testimonianza.

  Post Precedente
Post Successivo