Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Dubai, i prezzi riprendono fiato

Due report a distanza di pochi giorni che certificano la discesa dei prezzi di case a Dubai. Prima la società di consulenza Tasweek, che ha registrato valori in discesa del 13% nel terzo quarter 2015 rispetto a un anno prima, poi JLL che registra un calo dell’11%. Un segnale non così negativo se si pensa che le quotazioni sono salite molto negli ultimi trimestri e che il mondo del real estate nell’Emirato ha ritrovato una vivacità pre-crisi, in vista anche dell’Expo 2020. Una salutare correzione eviterà nuove bolle immobiliari. Almeno si spera.
Sul mercato, infatti, arriveranno a fine 2016 circa 26mila appartamenti e 2.400 ville. Decisamente più ricca la pipeline da qui al 2019.
Chi comprerà tutte queste case? L’emirato vive un momento di grande fermento, anche sul fronte vita culturale e sociale. Molti gli italiani che ci abitano, ancora più numerosi i cittadini britannici. E il turismo vanta numeri record. Con aperture e sviluppi di nuovi hotel.
E pensare che solo otto anni, quando ci sono stata, Dubai sembrava destinata a un futuro da cattedrale nel deserto.