Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Mutui, gli stranieri in Italia puntano al tasso fisso

In tempi in cui il mercato dei mutui è in fase di ripresa, anzi di netta crescita dopo un lungo periodo di scarse erogazioni, Tecnocasa ha scelto di analizzare i finanziamenti e in particolare i richiedenti dei mutui cercando di capire quali sono le caratteristiche della domanda dei cittadini stranieri.
Secondo l’indagine, nel nostro Paese vengono finanziati principalmente cittadini italiani (86,4%), il 10,3% è rappresentato da altri Paesi del Vecchio Continente e il 3,3% da immigrati extra-europei (questi ultimi provengono soprattutto dall’America Centro-Meridionale, quindi da Asia e Africa). I rumeni rappresentano la nazionalità più attiva (27,3% del totale degli stranieri), seguono albanesi (15,5%) e moldavi (11,8%); tra i non-europei, invece, i più presenti sono i peruviani (3,2%), seguiti dai cinesi (2,1%) e dai marocchini (2%).
Dai dati si evince che gli istituti di credito tendono a finanziare i cittadini non italiani maggiormente nel Nord Italia. In particolare emerge la quota di stranieri finanziati nel Nord-Est, che rappresentano quasi un terzo del totale della macroarea.
Uno straniero su due vuole il tasso fisso e poco più di un terzo sceglie finanziamenti a tasso variabile. I mutui a tasso fisso sono passati in un anno dal 37,3% al 51,9%. E l’importo? Nel 2015 si è avvicinato ai 100mila euro (precisamente 98.900 euro), mentre solo un anno fa il ticket medio ammontava a 94.700 euro.