Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A New York il marketing si fa aggressivo per vendere case di lusso

Un flusso costante di offerta di nuovi appartamenti di lusso che rischia di ingolfare il mercato. Ma non di innescare una bolla immobiliare. E’ quanto accade sul mercato residenziale newyorkese, dove più di 3.500 appartamenti di lusso sono in costruzione solo quest’anno. “Qui le aziende immobiliari che si ritrovano in grembo questi prodotti devono poi lavorare sodo per vendere bene” sottolinea in un report che pubblica periodicamente Riccardo Ravasini, italiano trapiantato a New York.
“Il risultato è che le strategie di marketing stanno diventando più aggressive – continua – con agenti che offrono sconti per un periodo di tempo limitato o buoni omaggio, chi si cimenta in grandi feste di inaugurazione e chi decide di dividere un appartamento molto grande in due unità abitative”. E’ questo il caso di 10 Sullivan Street a SoHo dove un appartamento di 785 metri quadri con una richiesta di 45 milioni di dollari è stato appunto dimezzato.
Secondo un recente report Ubs nel mondo in generale sta per finire il boom delle case di lusso, che nelle metropoli mondiali hanno saputo attrarre capitali e liquidità in circolazione in cerca di un impiego.
New York saprà attrarre ancora compratori? Bisognerà capire come si evolverà l’offerta e se gli americani sapranno dosare l’arrivo del nuovo sul mercato, come non hanno saputo forse fare negli ultimi anni.