Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Vivace il mondo degli hotel in Italia

Ci si mette anche Scenari Immobiliari adesso a dare ragione a chi ha voluto l’Expo a Milano. Con buona pace di chi nell’Expo non ha mai creduto, anche oggi guardando una Milano cambiata e rinnovata.
Secondo Scenari Immobiliari il turismo internazionale in Italia nel 2016 ha vissuto un anno positivo, “favorito dal mutato quadro delle preferenze nelle destinazioni geografiche e dall’effetto Expo, che ha rappresentato una forte attrattiva per i visitatori stranieri e italiani” recita una nota.
Con ricadute positive sull’intera filiera del sistema ricettivo. Il fatturato del mercato immobiliare alberghiero italiano nel 2015 è arrivato a quota 2,1 miliardi di euro, registrando una variazione rispetto al 2014 di oltre il 10,5%. Si tratta dell’incremento più significativo degli ultimi sei anni.
Per il 2016 la stima a fine anno è di un fatturato ancora in crescita, per un ammontare pari a 2,4 miliardi euro e con una variazione attesa di +14,3%. Le prospettive per il 2017 sono ancora positive e molte iniziative sono in progettazione.
Risulta significativa la quota di nuove aperture, 11 in totale (999 camere), delle quali 4 alberghi a cinque stelle (per 388 stanze in totale). In pipeline molte inaugurazioni, la più attesa quella di Waldorf Astoria in piazza Cordusio a Milano nell’ex sede di Unicredit.
Solo pochi giorni fa il convegno Ernst and Young registrava oltre 26 milioni di presenze a Roma, che è ancora la città italiana più visitata, con un incremento delle presenze alberghiere del 3% rispetto al 2014.
Anche nel 2016 il mercato alberghiero romano continua ad attrarre investitori, come dimostrato dalla vendita dell’Adrovandi Palace e dell’Hotel d’Inghilterra, e più in generale si prevede che consoliderà la propria crescita grazie al miglioramento dell’economia nazionale e al costante aumento della domanda internazionale. Dalla ricerca EY emerge, inoltre, il forte interesse di operatori alberghieri alla continua ricerca di opportunità per stabilirsi nei principali mercati italiani quali Roma, Milano, Firenze e Venezia, come dimostrato dalle numerose nuove aperture previste nei prossimi anni. A Milano sono attese intanto le aperture del Melia Torre Galfa e il Lungarno Hotel Corso Venezia.